Aste Catawiki: ecco le opinioni e come funziona

Ogni tanto alla televisione viene mostrata la campagna promozionale di Catawiki per promuovere il suo sito di aste di oggetti da collezione. Non sono stato particolarmente colpito dal messaggio pubblicitario: non trovo, personalmente, il messaggio della campagna abbastanza attraente e anzi lo trovo troppo in competizione con il sito di aste più conosciuto (Ebay) nonostante Catawiki presenti alcune caratteristiche che lo differenziano da Ebay.

Da alcuni mesi, collaboro come affiliato con la casa d’aste online e quindi ho pensato di condividere la mia personale opinione su Catawiki dopo averne illustrato le caratteristiche. Fondata nel 2008 come sito che organizzava le collezioni personali degli utenti, Catawiki evolve dal 2011 quando si immerge nell’avventura delle aste online di oggetti da collezione. Il salto Catawiki lo opera nel 2015 quando riceve un finanziamento di 82 milioni di dollari da una venture capital per sviluppare il modello di business ed espandersi a livello mondiale.

Catawiki permette la vendita e l’acquisto di oggetti attraverso un sistema di asta online stile Ebay guadagnando sulle commissioni applicate sia al compratore che al venditore. Il compratore potrà trovare all’interno del sito oggetti variegati ma generalmente da collezione come oggetti d’arte, d’antiquariato, auto d’epoca, orologi, gioielli, moda, monete, libri e francobolli. La registrazione è rapida e veloce.

Secondo Catawiki, 35000 lotti vengono venduti settimanalmente e sono presenti circa 300 aste settimanali. Ogni asta è denominata per categoria (ad esempio “Asta di monete (oro)” o “Asta di lingotti” all’interno della quale i venditori mettono all’asta diversi lotti che i compratori possono aggiudicarsi secondo le consuete regole di un’asta.
Monete 300x250

Come funziona Catawiki

Per comprare o vendere su Catawiki occorre registrarsi creando un account. Una volta effettuata la registrazione sarà possibile fare offerte per l’oggetto o gli oggetti effettuando:

  1. Un’offerta diretta: l’offerta diretta corrisponde all’ammontare esatto che si è inserito.
  2. Un’offerta automatica: è l’importo massimo che si è disposti ad offrire. Il sistema, qualora non stiate seguendo l’asta nelle fasi finali di quest’ultima, aumenterà la vostra offerta fino al limite massimo se l’offerta di un altro acquirente supererà la vostra. E’ bene tenere conto che una volta effettuata l’offerta automatica non può essere ritirata.

Le altre caratteristiche delle aste sono:

  1. Ogni oggetto in asta, a differenza di Ebay, è verificato da esperti specialisti del settore che valutano l’oggetto in vendita. Al momento gli esperti di Catawiki sono oltre 190 e sono in continua crescita (posizioni vacanti in inglese).
  2. Escrow: Catawiki si comporta da mediatore in caso di problemi di pagamenti o spedizioni contattando, ove necessario, venditore e acquirente. La cifra pagata dal venditore è trattenuta da Catawiki finché la transazione commerciale non è correttamente completata. Essendo oggetto e pagamenti bloccati, questo processo incentiva un accordo tra le due parti.
  3. Presenza o assenza del prezzo di riserva: gli oggetti con prezzo di riserva verranno aggiudicati solamente se il prezzo di riserva verrà raggiunto.
  4. Offerta minima di rialzo: esiste un’offerta minima di rialzo che varia in base all’offerta corrente. Questa può essere di 1, 5, 10, 20, 50, 100 euro ed a crescere fino a 50000 euro. Per cui una strategia di rialzo nelle fasi finali risulta essere molto importante.
  5. Prezzo di partenza: per ogni oggetto all’asta il prezzo di partenza è 1 euro.

Commissioni di compratori e venditori

Per dare una più ampia opinione su Catawiki, veniamo ora ai prezzi, alle spese e alle commissioni. Trattandosi di oggetti di seconda mano non viene applicata l’IVA ma esiste un costo di commissione d’asta del 9% per ogni oggetto aggiudicato.

Costi per l’acquirente:

  1. Costo dell’oggetto: prezzo finale dell’asta per aggiudicarsi l’oggetto.
  2. Costi di commissione d’asta: le commissioni sono del 9% per ogni oggetto aggiudicato.
  3. Spese di spedizione: le spese di spedizione variano da oggetto a oggetto e dal Paese in cui si trova l’oggetto. Tuttavia questi costi sono trasparenti ed indicati nella pagina dell’oggetto in vendita. E’ inoltre possibile aggiudicarsi più oggetti da uno stesso venditore per ridurre le spese di spedizione. Come su Ebay è possibile trovare spese di spedizione alte rispetto all’oggetto da spedire, spese di spedizione gratis e quindi a carico del venditore o ritiro in zona gratuito.
  4. Eventuali dazi doganali o tasse di importazione per particolari oggetti provenienti da Stati soggetti a questi ulteriori costi.

Costi per il venditore:

  1. Commissione d’asta del 12,5% sull’offerta vincente (15,1% incluse IVA/imposte di vendita). Non esistono invece costi di inserzione.

Sistemi di pagamento accettati

Al momento Catawiki accetta solamente pagamenti tramite bonifico o carta di credito. Pagamenti tramite Paypal non sono al momento disponibili.

Aste di oggetti d’oro

Ho iniziato a collaborare come affiliato con Catawiki a inizio 2017. Quando lessi le recensioni di Catawiki, alcune buone, altre meno, ho deciso di provare personalmente il portale per capire se valesse la pena promuovere l’azienda olandese: iniziai quando notai tra i lotti che promuoveva maggiori possibilità di acquisto di monete e lingotti d’oro di quanto non facesse Ebay: i venditori avevano molti più oggetti in vendita e più scelta su Catawiki che su Ebay (per questa tipologia di prodotto e specie in Europa). Da quel momento ho seguito principalmente monete e lingotti d’oro. E’ sempre presente un’asta di questi prodotti e ho notato che le più convenienti sono i lotti più grandi (più monete e più lingotti venduti in uno stesso lotto).

Per quanto riguarda le sterline d’oro, ogni settimana se ne trovano molte in vendita: la maggior parte appartengono ad annate comuni anche se ogni tanto viene messa in vendita qualche moneta meno comune. E’ possibile trovare monete in vario stato di conservazione. I marenghi da investimento sono ben rappresentati, soprattutto per gli Stati più comuni da trovare, come Austria, Belgio, Italia, Svizzera e Francia mentre è possibile trovare anche marenghi di Stati meno ricercati a prezzi interessanti.

Per quanto riguarda i lingotti d’oro, in genere, si trovano agevolmente tagli da 1 a 100 grammi, mentre i lingotti d’argento arrivano fino a 1000 grammi.

Oltre a monete e lingotti esistono settimanalmente aste dedicate a gioielli in oro mentre molto interessanti risultano essere le aste dedicate alle curiosità. Di seguito ecco i link di alcune categorie di aste presenti.

Aste di monete d’oro

Aste di lingotti d’oro

Aste di gioielli d’oro

 

Catawiki: Opinioni e osservazioni finali.

Catawiki cerca di posizionarsi tra Ebay e le case d’asta per prodotti da collezionismo. Questo perché arruola esperti che possano verificare e stimare gli oggetti in vendita, figura che non è presente su Ebay, ma che effettua un lavoro più certosino nelle tipiche case d’asta. Sebbene vi sia una maggiore tutela rispetto a Ebay, sarà difficile per Catawiki avvicinarsi alla perizia degli esperti delle case d’asta. Per quanto riguarda le commissioni invece Catawiki cerca di essere più vicino ad Ebay che alle commissioni delle case d’asta (che vanno dal 20% al 50%).

Il design del sito è accettabile, il colore blu predominante non è il massimo dal mio punto di vista ma fortunatamente è una cosa marginale per la funzionalità del sito. La piattaforma costituita da funzioni di ricerca, filtri, navigabilità del sito può essere sicuramente migliorabile con il tempo.

catawiki asta sterlina

Asta per una sterlina del 2001 di Elisabetta II

La ricerca degli oggetti è ben organizzata per categoria di aste e, a differenza di Ebay, vengono quasi sempre inseriti gli oggetti nella categoria corretta. Tuttavia il sistema di ricerca interno all’asta è migliorabile per scremare gli oggetti non interessanti. Sebbene gli annunci siano tradotti (anche automaticamente) il problema di traduzione di un annuncio o la ricerca in una lingua piuttosto che un’altra può non far comparire l’oggetto che si sta cercando. Per evitare ciò è sempre meglio guardare tutti i lotti presenti nella categoria interessata.

Per l’acquirente esiste la commissione del 9% che aiuta a pagare il servizio di verifica degli esperti e del mantenimento della piattaforma la quale è uno svantaggio rispetto a Ebay e ai mercatini di oggetti di seconda mano. La commissione è una piccola assicurazione da pagare per evitare sorprese nel recapito di un oggetto non conforme o danneggiato. Difficilmente utile per oggetti di poco valore (dove Ebay ha ancora un importante vantaggio competitivo), con il tempo Catawiki può affermarsi negli oggetti da collezione di un certo valore per i quali una perizia rassicura l’acquirente dell’acquisto.

Il cospicuo numero di oggetti da collezionismo in vendita è decisamente un punto di forza di Catawiki poiché rappresenta una vetrina per importanti categorie e concentra solo alcune categorie del collezionismo (evitando settori come elettronica e telefonini).

Avendo provato personalmente l’assistenza di Catawiki, posso confermare che questa è abbastanza celere e disponibile a chiarire dubbi e domande. I tempi medi di risposta via email variano in genere da qualche ora ad un paio di giorni lavorativi.

Essendo l’acquirente molto tutelato (il venditore viene pagato da Catawiki solo se la transazione va a buon fine), il venditore dovrà mettere in conto un certo ritardo nel ricevere i pagamenti rispetto a Ebay. Se su Ebay il venditore spedisce solo dopo aver ricevuto il pagamento, su Catawiki il venditore dovrà spedire a proprie spese (poi rimborsate dall’acquirente) l’oggetto attendendo in seguito il pagamento da Catawiki qualche settimana dopo. In caso di controversia (es. problemi durante la spedizione, oggetto danneggiato) il venditore dovrà affrettarsi con l’acquirente per risolvere la controversia e ricevere il pagamento. Tuttavia, come accade su Ebay, il venditore riceve i giudizi, le opinioni e le recensioni degli utenti che gli faranno guadagnare la fiducia dei nuovi e degli attuali utenti.

venditori di oggetti di qualità con un notevole numero di prodotti non troveranno difficoltà ad entrare nella piattaforma con successo e ad accedere ad una ampia platea di acquirenti da tutto il mondo ma soprattutto in Europa. A differenza di Ebay, dove le barriere all’ingresso implicite per i nuovi venditori sono molto più basse, su Catawiki difficilmente piccoli venditori privati accederanno al sistema per vendere pochi prodotti. Per pochi oggetti da collezione il sistema di aste di Ebay risulterà più adatto.

Per concludere credo ci siano molti punti su cui la giovane casa d’aste online debba ancora migliorare ma al momento Catawiki tutela in maniera importante chi acquista un oggetto fornendo agli acquirenti strumenti di protezione impliciti a prima vista non visibili ma che tendono ad evitare venditori poco seri e professionali. Gli oggetti all’asta coprono tutti i più importanti settori del collezionismo, partono tutti da 1 euro e possono avere o meno un prezzo di riserva. Le commissioni sono trasparenti sia per il venditore che per l’acquirente, l’assistenza di Catawiki è celere nel chiarire eventuali dubbi ed a svolgere da mediatore durante la transazione.


Questa recensione si basa sulla mia esperienza e sulle mie conoscenze del mondo di Catawiki e riporta le mie opinioni personali sulla casa d’aste online. Sarei felice di conoscere la tua esperienza o le tue domande (sia come venditore che come acquirente) con la casa d’aste online lasciando un commento in fondo a questo articolo. Per essere completamente trasparente ti informo che i link presenti a Catawiki presenti in questa recensione sono link di affiliazione: questo vuol dire che guadagnerò una piccola commissione se decidi di registrarti e provare Catawiki.


Visita Catawiki, gli oggetti in vendita ed effettua la tua prima offerta per un oggetto interessante dopo aver effettuato la registrazione.

Se invece sei interessato a vendere i tuoi oggetti da collezione visita questa pagina.

5 Responses to “Aste Catawiki: ecco le opinioni e come funziona

  • Francesca Biondi
    2 mesi ago

    Salve da maggio mi sono affiliata anche io al sito di catawiki, ma rimango ancora incredula per i grandissimi guadagni che il sito ti da. Può confermarmi che riceverò effettivamente tale pagamento a fine giugno? Cordiali saluti.

    • Investire in Oro
      2 mesi ago

      Buonasera Francesca,
      Non lavorando per Catawiki e non avendo accesso ai suoi dati di affiliazione (quale tipo di affiliazione? E’ un affiliata, un venditore?), non posso corfermarle pagamenti che competono ad un’azienda con cui Lei ha una collaborazione. La invitiamo a contattare il supporto dell’azienda Catawiki che potrà rispondere alle Sue domande sui pagamenti a Lei dovuti.

  • ASSISTANZA CLIENTI TELEFONICA , non rispondono quasi mai , incompetenti nel trattare i vari casi , maleducati e sgarbati ti mandano a quel paese senza persarci 2 volte .
    ASSISTENZA VIA MAIL rispondono alla tua mail solo quando ne hanno voglia , anche qua si evince maleducazione , menefreghismo , praticamente ti fanno morire .
    CONTATTO CON IL BANDITORE SE HAI BISOGNO
    spesso nemmeno ti risponde , in alternativa passano giorni , se cerchi di fare notare un suo errore , sei finito ….. cominciano i problemi … con una scusa o con un’altra non ti vende più niente …..
    POTREI CONTINUARE RACCONTANDO FATTI CHE MI SONO ACCADUTI CHE HANNO VERAMENTE DELL’INVEROSIMILE … UN CONSIGLIO EVITATE DI FINIRCI DENTRO

    • Antonio,francamente mi sembri un tantino persecutorio… In base alla mia esperienza, in caso di controversia, sono sempre riuscito a far valere i miei diritti,salvo un caso,in cui il venditore si è reso “irreperibile” con i miei 100€ scarsi…ma l’avevo già messo in conto,è un rischio minimo che si corre in qualunque transazione!!!

  • Vendo da qualche mese su Catawiki con soddisfazione e concordo con Corrado: mi sembra che Antonio sia in effetti un pochino pessimista. Costoro pagano regolarmente, tutte le aste sono supervisionate da un notaio e si fanno ottimi guadagni. Basta saper presentare gli oggetti come si deve ed essere seri in ciò che si propone. In effetti i banditori ne hanno di merce da selezionare, tra lotti falsi, copie e furbate di ogni tipo che sono presentate. In merito all’assistenza posso dire che vanno chiamati certamente non nell’ora di punta. Una volta avevano il telefono gratuito ora è a pagamento, con call center a Milano. Con me, fino ad oggi, sono sempre stati disponibili e hanno risposto puntualmente alle mie mail, certamente dopo almeno due giorni. Bisogna proporsi sempre con gentilezza, e ciò aiuta sempre. Per l’occasione ho letto di recente un libro su come vendere su Catawiki acquistato da Amazon, in merito sul web non si trova altro. Devo dire che mi è stato utile per scoprire i segreti e le varie tecniche che si apprendono solo dopo anni di vendite. lo consiglio per chi vuole avvicinarsi al loro mondo delle aste. Grazie per l’ospitalità. Valentina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *